Bere a Milano nella "Milano da bere", oggi

“Milano da bere” è un’espressione nata negli anni ’80, periodo in cui il capoluogo lombardo era caratterizzato dal benessere diffuso e dall’immagine “alla moda”. Questo modo di definire la nostra città è tratto da una celebre pubblicità dell’Amaro Ramazzotti del 1987, ma assunse un significato fortemente negativo con l’uso giornalistico allo scoppio delle vicende di Tangentopoli nei primi anni ’90.

Ecco alcuni indirizzi che possono essere d’aiuto a chi desidera trascorrere una piacevole serata. Dopo una giornata trascorsa in fiera, far shopping o qualunque altra sia la ragione di una permanenza a Milano, un salto dove socializzare e sorseggiare un piacevole aperitivo, oltre al bar della catena Mokinba Hotels. La scelta di questi posti è stata dettata dalla vicinanza agli hotels del gruppo e, quindi suddivisi in zone, ma in un prossimo articolo verrà dato spazio ad altri locali che meritano menzione.

Zona Montebianco
Il Bhangrabar in corso Sempione è bar e ristorante di stile indiano, con ambienti dedicati alle loro. I pasti e le bevande si rifanno alla tradizione indiana e sono serviti in un ambiente raffinato, esotico e sensuale.

Al Living in piazza Sempione, tutti i giorni, c’è l’aperitivo-social: piattini sfiziosi accompagnati da ottimi cocktail. Vini italiani e stranieri. Musica di sottofondo chill out e lounge jazz. Coinvolgente ed elegante locale stile club di New York, con divani e angoli lounge, grande bancone rivestito con tasselli di corno di Birmania e una selezione di quasi 100 etichette di vodka, da ogni parte del mondo.

Zona King

Tutte le sere, tutto l’anno, estate compresa, la terrazza del Bar della Rinascente richiama milanesi doc e turisti che sorseggiano le originali proposte rimirando il Duomo.

In corso Magenta, il Colonial Cafè propone l’happy hour tutti i giorni dalle 18.00 alle 21.30, secondo la tradizione dello storico aperitivo milanese. Il tutto accompagnato da vini selezionati. Una location in stile coloniale con poltrone e arredi tipiche dell’artigiano valenciano da cui provengono.

Il buffet del Santa Tecla Cafè, in via Santa Tecla, è sopra al massiccio bancone dorato. Ottimi cocktail, drink deliziosi e colorati, da sorseggiare in un ambiente chic, al pianterreno, fra pareti in tessuto nero damascato, tavoli in cristallo, candelabri. Un locale che, sul far della sera, diventa amabile luogo di ritrovo in pieno relax.

L’ATM bar è all’insegna dell’eco-sostenibililità, nel rispetto dell’ambiente, grazie all’utilizzo di eco-pitture, eco-rivestimenti e pannelli fotovoltaici contro lo spreco di energia elettrica. Particolare è lo studio di dettagli estetici e funzionali. La terrazza é il nuovo must delle serate.

Zona Baviera

Al Mono, in via Lecco, l’happy Hour è dalle 18.30 alle 21.30: birre in bottiglia nazionali e straniere o una selezione di vini bianchi e rossi divisi per regione. Scelte musicali assolutamente lontane dal commerciale.
Nel lussuoso salotto di via Montegrappa, Lotvs è presente un sound elettronico.

Il ristorante Mami in via Eustachi lancia un’insolita proposta per l’aperitivo del lunedì, martedì e mercoledì sera. Il suo sushi man del locale si mette a disposizione per una dimostrazione di cucina. Ogni lunedì, martedì e mercoledì sera dalle 19.00 alle ore 20.00. L’happy hour continua poi fino alle ore 21.00.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.