Chiude il Blog Mokinba !


Il blog Mokinba si accinge a chiudere i battenti. Una decisione di chi, con passione, ha dedicato tempo (libero) e soldi (propri) ad un’attività rivolta al proprio team lavorativo ed ai clienti del gruppo Mokinba. Mai chiesto aiuti o benevolenze per il sito alla proprietà del gruppo Mokinba mentre il sottoscritto curatore aveva in programma l’apertura di altre pagine che per argomenti e frequentatori (alto numero) sarebbe stato senz’altro innovativa rispetto alla “concorrenza”. Chiudere un luogo, seppur virtuale, aperto alle idee ed al dibattito contribuisce a far morire un pezzo di sè. Ebbene sì, non saprete più se l’ultima recensione su uno dei Mokinba Hotels troverà posto nella vostra curiosità o nella vostra indignazione. Non vi informerò più sulla inutilità delle notizie o semplicemente non mi farò più bello per aver raggiunto una tot posizione in una inutile classifica di pagine viste. Chiudo e ringrazio tutti voi che mi avete fatto compagnia in questi mesi, ringrazio quelli che mi hanno commentato e chi mi ha offeso.  E’ stato bello.

Immaginate, per un attimo, se apparisse questo nel blog, immaginate per un attimo se tutto ciò fosse vero. Immaginate… Anche perché mica chiudo, ma voi immaginate. Immaginate milioni di persone che si sentiranno perdute senza la lettura del loro blogger preferito, immaginate il calo della produzione che ne conseguirà perché la gente andrebbe a lavorare infelice, senza aver letto il mio ultimo articolo. Immaginate le rivolte che nasceranno: manifestazioni nelle maggiori città; manifestanti che semineranno il panico e incendieranno negozi in tutta la penisola. Immaginate il presidente che a reti unificate trasmette un messaggio agli italiani, invitandoli a mantenere la calma e soprattutto un messaggio a me pregandomi di tornare a scrivere.

Immaginate i disordini che sicuramente si espanderanno a macchia d’olio in tutta Europa. Immaginate Obama che viene svegliato in piena notte alla Casa Bianca per renderlo partecipe dei disordini europei, ma la notizia si spanderà nel web ad una velocità impressionante e quindi anche tutta l’America sarà destinata a rivoltarsi per la chiusura del blog. La cosa si farà subito seria, finché ogni stato accuserà l’altro di essere causa diretta della chiusura del blog. Da questo è facile immaginare lo scoppio di una III guerra mondiale. Da qui la fine del mondo. Immaginate…

E’ bello sapere che ogni volta che scrivo su questo blog salvo il mondo…          if.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.